deutsch|english
Richiesta
Arrivo
Partenza

Escursioni in Val Martello

Franz è una guida alpina professionista

Franz, il padrone di casa, ha un diploma di guida alpina ed è un escursionista per passione. È ben lieto, quindi, di consigliarvi sapientemente i tour più belli, durante le vostre vacanze all'insegna dell'escursionismo in Val Martello. Anche Heidi è una guida escursionistica professionista e conosce i dintorni come le sue tasche, con tutti i luoghi di energia e gli angoli più affascinanti.

Benvenuti nel nostro albergo e buone vacanze all'insegna dell'escursionismo in Val Martello! Nel cuore del Parco Nazionale dello Stelvio, trovate una ricca scelta di tour interessanti. Anche numerosi tremila vi sfidano a conquistarne la vetta.

Ecco alcuni suggerimenti per escursioni:
PS: consigliamo di intraprendere anche in inverno, con gli sci da alpinismo, i tour sulla Croda Bianca, al Giogo Piano e alla Punta di Lasa.

Consigli per le famiglie

I sentieri a tema della Val Martello sono l'ideale per le famiglie. Presentano, infatti, quella perfetta armonia tra semplice escursione e stazioni informative che invoglia a camminare anche i più piccoli. Scoprite il sentiero del contadino di montagna, il sentiero delle fragole e il sentiero glaciologico. Vivamente consigliato alle famiglie è anche il sentiero delle gole “Schluchtenweg” con un ponte sospeso e diversi punti interattivi.

Croda Bianca – Monumento alla pace di Jürgen Prigl

Il punto di partenza per questa escursione è l'albergo Premstl.
Alle spalle della nostra struttura imboccate il sentiero n.11 che, in 30 minuti circa, vi porta attraverso i boschi fino alla “Saugwies”. Dalla “Saugwies”, un sentiero piuttosto impegnativo vi conduce, in 2 ore di cammino, fino alla Croda Bianca. Con la Croda Bianca sulla destra, seguite il costone per una decina di minuti fino al monumento alla Pace di Jürgen Prigl.
La via del ritorno vi porta al “Saugleger” lungo il sentiero n.23b. Il “Saugleger” è un antico recinto per il contenimento del bestiame al pascolo. Da lì imboccate di nuovo il sentiero n.11 fino a ritornare all'albergo Premstl.
Durata dell'escursione: ca. 6 ore
Dislivello: ca. 1200m
Il monumento alla Pace è stato inaugurato il 6 luglio 2007. Si trova a 2755m sul livello del mare, tra la Croda Bianca e la Punta di Lasa. È stato disegnato e scolpito, nel tempo libero, da Jürgen Prigl (un nostro ospite di lunga data) ed è stata installata con il supporto del dott. Wolfgang Platter, direttore del Parco Nazionale dello Stelvio. Jürgen Prigl è un rinomato restauratore e scultore preso la chiesa del Prato a Soest in Germania.
Il monumento è stato scolpito in marmo bianco di Lasa e pietra arenaria verde di Soest, ed è un punto di riferimento per gli escursionisti; porta inoltre incisioni in molte lingue-base delle diverse religioni: l’ebraismo, l’induismo, il buddismo, il taoismo, il cristianesimo e non per ultimo l’islam. La traduzione dal greco antico (Cristianesimo) dell’incisione recita: “Come desiderate che gli altri facciano a voi, fate voi a loro.”

Forcella di Coverano - giogo Kreuzjöchl con vista su tutta la Val Venosta

Il punto di partenza per questa escursione è l'albergo Premstl.
Alle spalle della nostra struttura imboccate il sentiero n.11 che, in 30 minuti circa, vi porta attraverso i boschi fino alla “Saugwies”. Da lì prendete il sentiero n.3 che conduce fino alla muraglia frangi-valanghe. Si tratta di un sentiero particolarmente affascinante durante il mese di giugno, quando ai lati del sentiero le rose alpine sono nel pieno della loro fioritura. Dalla muraglia frangi-valanghe, in una mezz'ora di cammino raggiungete la Forcella di Covelano.
Seguendo poi l'Alta Via Martello (sentiero n.23), piuttosto pianeggiante, raggiungete il giogo Kreuzjöchl. Da qui avete la piena visuale sull’intera Val Venosta, da Castel Juval (la residenza estiva del famosissimo alpinista Reinhold Messner) fino alle Alpi Austriache. Per il ritorno prendete il ripido sentiero n.1 e in un'mezza raggiungete l’abitato di “Marzon”, dove trovate il sentiero n.19 diretto alla Pensione Premstl.
Durata dell'escursione: 5-6 ore
Dislivello: ca. 900 m

Punta di Lasa detta anche “Orgelspitze”

Percorrendo la strada statale da Merano in direzione Laces è impossibile non scorgere la Punta di Lasa. È una cima particolarmente imponente, che troneggia sul lato sinistro della Val Venosta con un'altezza di 3305m.
Il punto di partenza per questa escursione è la “Stallwies” (Pra di Stalla), a soli 6 km dalla pensione Premstl (raggiungibile a piedi in un'ora e mezza circa). Proseguite per circa 4 ore, lungo il sentiero n.5 e raggiungete la Punta di Lasa. L’ultimo tratto della camminata vi porta alla croce di cima passando lungo un costone di pietre franate. Per il ritorno potete scegliere la strada dell'andata oppure scendere lungo i sentieri n.5a, 34 e 8 fino al punto di partenza (Pra di Stalla). Dalla Punta di Lasa potete ammirare quasi tutte le più importanti cime dei dintorni: il Cevedale, la Cima Venezia, il Gran Zebrù e anche l’Ortles stesso.
Durata dell'escursione: 7-8 ore
Dislivello: ca. 1355 m

Giogo piano con vista superba su tutta la Val Martello

Punto di partenza dell'escursione è il Lago di Gioveretto.
Seguendo il sentiero n.17 in ca. un'ora e mezza di cammino superate la fascia boschiva. A metà strada per la cima vi imbattete nella diramazione per il sentiero n.30 lungo il quale, con un'ulteriore ora e mezza di cammino, raggiungete il Giogo Piano passando attraverso prati alpini in fiore. Non è insolito avvistare, lungo il sentiero, marmotte e camosci.
Arrivati alla croce sulla cima potete ammirare la vista mozzafiato sull’intera Val Martello.
Durata dell'escursione: ca. 5 ore
Dislivello: ca. 900 m

Alta Via Martello - Sentiero n.8

Raggiungete l'Alta Val Martello con l'autobus di linea o l'auto. Punto di partenza dell'escursione è la baita Genziana a 2.076m. Una stradina forestale poco impegnativa conduce alla malga Livi, dove ha inizio il sentiero n.8, il quale con la sua moderata pendenza vi conduce fino alla fascia boschiva.
Lasciatevi alle spalle la Val di Rosim e, in circa 3 ore di cammino, raggiungete la malga di Sluder a 2004m di altitudine. Qui inizia una leggera discesa fino a Pra di Stalla, il maso più alto delle Alpi dove ancora si coltiva il grano e dal quale si possono ammirare il Cevedale, il lago di Gioveretto, i prati di montagna e anche i campi di fragole.
Seguendo la strada panoramica n.15 tornate alla pensione Premstl in un'ora e mezza circa.
Durata dell'escursione: ca. 5 ore
Dislivello: non rilevante